Non ce l'aveva fatta a sopravvivere ai traumi provocati nell'impatto con un furgone, carambola che aveva finito per coinvolgere altri mezzi presenti sulla Cassino-Sora in territorio di Cassino.

Dopo otto anni dai fatti, si è chiuso con un'assoluzione con formula piena il processo a carico del conducente del furgone, assistito dagli avvocati Nicola Ottaviani e Natalino Guerrieri.

Nella carambola che coinvolse ambulanza, furgone e due o tre auto morì il conducente del mezzo di soccorso, D.B. di 47 anni. Feriti anche il barelliere e l'infermiera che erano a bordo.

Le indagini per ricostruire l'accaduto non sono state affatto semplici e neppure può dirsi per quella difensiva.
Complesse le attività portate avanti dai legali e dai loro consulenti: discordanti le testimonianze su sorpasso e velocità. Il pm ha chiesto per il corriere 2 anni e 10 mesi di reclusione.

La difesa ha portato elementi forti (come l'abrasione del manto stradale su circa la metà della corsia di controparte provocata dal distacco di una parte meccanica) insieme all'analisi di velocità ed elementi tecnici. Il corriere è stato assolto.