Momenti di tensione si sono vissuti ieri durante la celebrazione della santa messa all'interno della chiesa di Santa Maria Maggiore. La celebrazione delle 10 infatti proprio mentre stava volgendo al termine, officiata da don Giuseppe, ha vissuto un episodio sconcertante. Un uomo di mezza età è infatti entrato nella chiesa e all'improvviso ha iniziato a urlare. I fedeli presenti, nel numero consentito secondo le disposizioni anti-covid sono rimasti allibiti dall'accaduto. Qualcuno ha avuto anche paura.

L'uomo ha urlato frasi sconnesse creando un momento di incertezza. Alcuni presenti però lo hanno bloccato e accompagnato all'esterno dove poi sono stati chiamati i carabinieri. Presenti anche i vigili urbani. L'uomo una volta calmato è stato condotto in caserma e sottoposto a tutti i controlli del caso. Proveniente dalla provincia di Latina ha cercato di giustificare l suo gesto addebitandolo ad un momento di rabbia. Fatti i controlli è stato lasciato andare. Insomma l'ultima messa dell'anno si chiude con un fatto inedito ma che per fortuna si è ridimensionato secondo dopo secondo. La celebrazione poi è continuata fino alla sua regolare conclusione dando appuntamento ai fedeli a domenica prossima la prima del 2021.