Sono 18.040 i nuovi positivi, con 193.777 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Superati i due milioni di casi registrati da inizio epidemia. Secondo i dati del ministero della Salute: sono ora 2.009.317. E il tasso di positività che ieri era dell'8,3% (8,28% per la precisione) oggi è salito al 9,3%. Le vittime sono 505. 

Ieri 14.522 nuovi casi con 175.364 tamponi e 553 persone morte. Il totale da inizio pandemia è di 70.900 persone che hanno perso la vita. Sono 22.718 i guariti: il totale da inizio pandemia sale a 1.344.785. Attualmente nel nostro Paese ci sono 593.632 persone positive, 5.184 in meno rispetto a ieri. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. 

I pazienti ricoverati con sintomi sono 476 in meno (ieri -402) per un totale di 24.070, mentre quelli che si trovano in terapia intensiva sono 2.589, dunque -35 (ieri -63). L'isolamento domiciliare riguarda 566.973 persone.

Il Veneto si conferma come la regione che registra l'incremento maggiore di casi Covid in Italia con 3.837 nuovi contagi, ma è il Lazio che vede un balzo rispetto al giorno prima: sono infatti 1.519 i casi odierni contro i 946 di ieri. Anche il Piemonte torna a superare la soglia dei mille nuovi contagi: +1.057 contro i 933 del giorno prima. Seconda per incremento di positivi è la Lombardia con 2.656: sopra i mille contagi ci sono anche Emilia-Romagna (+1.692), Puglia (+1.458) e Campania (+1.156). Solo la Valle d'Aosta registra invece un aumento a due cifre (+35).

Roma torna a essere la provincia con il maggior incremento di casi Covid in Italia con 965 nuovi contagi. Seguono Verona (+822), Treviso (+769): sopra i 600 contagi ci sono le province di Milano (+697), Venezia (+662) e Vicenza (+642).
(Fonte: repubblica.it)