Tragedia sfiorata a Sant'Apollinare. Ieri mattina, intorno alle undici, un artigiano cinquantenne del posto era impegnato in lavori di tinteggiatura in un'abitazione in corso Garibaldi quando all'improvviso è precipitato da un'impalcatura da un'altezza di due metri, battendo la testa. Tanta la paura. Immediato è scattato l'allarme che ha messo in moto la macchina dei soccorsi. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri della locale stazione comandata dal maresciallo Sica per la Compagnia di Cassino, guidata dal capitano Giuseppe Scolaro, e i sanitari del 118.

Vista la gravità delle condizioni di salute dell'uomo è stato presto predisposto il suo trasferimento in elicottero all'ospedale San Camillo di Roma, dove sitrova tuttora ricoverato per ricevere le cure del caso. Il terribile incidente sul lavoro è avvenuto in pieno centro nel paese della valle dei santi. L'artigiano, molto conosciuto in paese, stava lavorando su un'impalcatura per tinteggiare un'abitazione privata; all'improvviso la caduta, che lo ha fatto rovinare a terra precipitando da un'altezza di due metri. Il cinquantenne ha battuto la testa, secondo il racconto di chi l'ha soccorso nell'immediatezza. Poi l'arrivo dei medici e la corsa nel nosocomio capitolino. Al San Camillo lo hanno raggiunto i familiari.