A circa una decina di giorni dalla fine dell'anno "nero", la centralina di rilevamento del Pm10, il 17 dicembre scorso si è portata sul rosso. Ha fatto registrare 35 giorni di superamento accumulati nel corso dell'anno dell'inquinamento da polveri fini e il 18 dicembre ha sforato ancora, oltrepassando la soglia massima consentita dei 35 sforamenti annui, raggiungendo quota 36. Complice di questi ultimi giorni di smog sono senza dubbio le condizioni atmosferiche, ovvero l'aria fredda e più pesante e l'alto tasso di umidità.

Il sindaco Antonio Pompeo a novembre ha emesso la specifica ordinanza per il risanamento della qualità dell'aria con le limitazioni del traffico stradale. Il provvedimento 2020-2021 si attiene alle linee regionali, con particolare riguardo ai centri posti in prima fascia, poiché la classificazione di Arpa Lazio inserisce Ferentino in fascia 1, con la conseguente necessità di adottare misure più stringenti, quindi è d'obbligo il piano di risanamento della qualità dell'aria per la tutela della salute pubblica.

L'ordinanza sindacale dispone altre 3 domeniche ecologiche (10 e 31 gennaio e 14 febbraio 2021), targhe alterne (lunedì e venerdì), le fasce gialla e rossa per la circolazione automobilistica (tutti i giorni), divieto di fuochi all'aperto, abbassamento della temperatura degli impianti di riscaldamento.