Chiuso l'accesso al parco cittadino lungo via Amerigo Vecchione (la Veduta): il costone di roccia che lo sovrasta è stato ritenuto poco stabile e dunque c'è pericolo di crollo. Vistose transenne e segnali di pericolo hanno recintato l'area che, oltre alla rampa di accesso, comprende anche un largo marciapiede.

Alcuni distacchi tra la roccia e il resto del costone, hanno fatto allarmare i tecnici del Comune di Atina che hanno preso la drastica decisione; le crepe, tuttavia, devono essere meglio analizzate e verificate per poter scegliere i metodi più efficaci e risolutivi alla soluzione del problema di sicurezza di un'area che riguarda anche un edificio posto al di sotto del costone interessato, il viale d'accesso, un marciapiede (sul quale si svolge parte del mercato settimanale del lunedì) e la provinciale Atina-Villa Latina.

Il viale di accesso al parco cittadino è uno dei tanti che conduce sulla collina di Santo Stefano: questo, in particolare, utilizza un sentiero caratteristico e di notevole pregio ambientale perché immerso nella pineta; inoltre, proprio dove sono stati notati i distacchi, sorgono alcuni spazi arredati con panchine e sedili in pietra dove sostare durante le afose giornate estive.

Proprio quello spazio, poi, è il tradizionale set della scena finale della Passio Christi che si svolge ad Atina: qui vengono sistemate in apposite buche le tre croci sulle quali sono innalzati il Cristo e i due ladroni. Insomma, il luogo è dei più significativi del centro storico di Atina, motivo per cui l'amministrazione atinate guidata dal sindaco Adolfo Valente, coadiuvata dai tecnici comunali, è chiamata a intervenire nei tempi necessari per valutare la gravità del pericolo e, se le verifiche non lasciano spazi ai dubbi, procedere per riportare la sicurezza del posto e la sua fruibilità futura.

La parte di costone interessata è un banco di calcare alto una decina di metri e presenta qua e là anfratti e fenditure che ora dovranno essere esaminate da esperti perchè diano risposte sullo stato delle rocce e l'orografia del luogo.