Inchiesta dei lavori di ampliamento del cimitero, al via oggi nel tribunale di Frosinone il processo per l'ipotesi di corruzione che vede sotto accusa l'ex assessore Luca Bacchi e l'ex consigliere Pio Riggi, insieme ai due imprenditori di Tivoli, Antonio e Lorenzo Scarsella della ditta Scamo srl da vittime diventati indagati.
Prima udienza in cui si provvederà alle verifiche della regolare costituzione delle parti, le notifiche degli avvocati, degli imputati, e della parte offesa e l'ammissibilità della costituzione di parte civile. Seguirà poi una seconda udienza nella quale si affronterà la scelta dei riti (patteggiamento, abbreviato e ordinario) e infine la discussione.

L'inchiesta, ricordiamo, aveva portato il 7 marzo 2019 agli arresti di Pio Riggi, del cugino Luciano Rosa e dei tre napoletani Ugo Di Giovanni, Emiliano Sollazzo e Gennaro Rizzo. Mentre il 17 aprile era stato arrestato l'ex assessore Luca Bacchi, finito ai domiciliari.
Nel frattempo, Riggi si era dimesso dal consiglio e aveva ottenuto i domiciliari a Vasto e, a settembre del 2019 la liberazione, mentre la revoca dei domiciliari a Bacchi è arrivata a febbraio di quest'anno.

I primi cinque, stando alle accuse, avevano avviato una vera e propria pressione estorsiva in danno dell'imprenditore di Tivoli, appunto Scarsella, che si era aggiudicato un appalto di circa 6 milioni di euro, utile alla costruzione ed alla gestione di loculi presso il cimitero del comune di Ferentino. Intanto a inizio anno sono arrivate le prime condanne per il processo del project financing di Ferentino, condannati a cinque anni e tre mesi Luciano Rosa, Emiliano Solazzo e Gennaro Rizzo, Ugo Di Giovanni invece dovrà scontare sei anni e quattro mesi per precedenti accumulati in passato. È caduta l'aggravante del metodo mafioso.
L'inchiesta ha avuto uno sdoppiamento.

Per i reati di competenza della Direzione distrettuale antimafia si è proceduto a Roma, mentre per quelli di competenza della procura ordinaria a indagare è stata la magistratura frusinate. Oggi si apre il filone avviato dalla Procura di Frosinone riguardo l'ipotesi della corruzione.
Intanto il Comune di Ferentino ha conferito l'incarico legale all'avvocato Mario Antinucci per la costituzione di parte civile di cinque procedimenti penali. Mentre Riggi sarà difeso dall'avvocato Giampiero Vellucci, Bacchi da Vincenzo Galassi e i due imprenditori Scarsella da Enrico Gallinaro del foro di Tivoli.