La giunta Ottaviani ha approvato il progetto definitivo (con contestuale variazione di bilancio e inserimento nel Piano Triennale delle opere Pubbliche 2020-2022) avente ad oggetto "Lavori di realizzazione e riqualificazione sostenibile della pista ciclabile in ambito urbano e periurbano nel territorio comunale di Frosinone", per partecipare all'Avviso Pubblico dell'Istituto per il Credito Sportivo "Comuni in Pista 2020" per l'ammissione a contributi per progetti relativi alle piste ciclabili.

Proseguono, così, gli interventi dell'amministrazione Ottaviani a favore di una migliore qualità dell'aria e della promozione della mobilità alternativa e, soprattutto, ecosostenibile. L'Istituto per il Credito Sportivo ha stanziato € 4.053.553,25 per la concessione di un contributo in conto interessi sui mutui relativi alla realizzazione di piste ciclabili, piste ciclopedonali, sentieri ciclabili e ciclodromi, destinato al totale abbattimento degli interessi dei predetti mutui, a valere sul Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti all'impiantistica sportiva. Il progetto, redatto dall'ufficio tecnico mobilità alternativa e ambiente, coordinato da Massimiliano Tagliaferri, prevede, nella parte bassa della città, un intervento di riqualificazione di pista ciclabile esistente in gran parte in sede stradale, marciapiede e pedonale per un percorso complessivo di circa 6.500 metri ed i restanti interventi riguardano la realizzazione di nuova pista in parte in sede propria, in parte su percorso misto ed in parte su marciapiedi.

L'operazione, inoltre, introduce diverse novità nel percorso preso in considerazione, eliminando ostacoli presenti, consentendo poi l'aumento del risparmio energetico e l'utilizzo di materiali innovativi dei moduli fotovoltaici. Le opere da realizzare prevedono, tra le altre cose, l'ampliamento della carreggiata stradale, con posizionamento della segnaletica stradale ad hoc e totem informativi, oltre all'installazione di 10 impianti fotovoltaici, 50 punti luce led a basso consumo, tre semafori per bici, impianti di videosorveglianza, oltre alle opere a verde e di arredo urbano.

La giunta Ottaviani, nell'ultima seduta, ha inoltre approvato la variazione del progetto definitivo del Sistema di piste ciclabili in Città (1° Stralcio) per un importo di € 700.000,00 di cui € 400.000,00 riconosciuti dalla Regione Lazio. Lo stanziamento di circa 300.000 euro a carico del bilancio comunale deriva dall'alienazione di immobili facenti parte del patrimonio dell'Ente.  

L'ufficio tecnico ha infatti proceduto, nelle scorse settimane, a una revisione del progetto definitivo ai fini di un migliore inquadramento dell'intervento sul profilo della compatibilità paesistica e funzionale.
L'intervento di realizzazione della pista ciclabile metterà in collegamento l'area del quartiere Scalo, con l'area delle "Fontanelle" posta nelle immediate vicinanze del Parco Urbano del Matusa, che di per sé costituirà uno stralcio funzionale, inteso come primo step di un più complesso sistema di piste ciclabili interconnesse tra loro.

Da segnalare anche i lavori di realizzazione di 12 km di tracciati riservate alle due ruote, attualmente in corso e suddivisi in due lotti funzionali: il primo interesserà le principali vie di collegamento della parte bassa della città (Via Aldo Moro, Via Tiburtina, Via Marco Tullio Cicerone, Via Madonna della Neve, Via Marcello Mastroianni, Via del Casone, Via Simoncelli, Via Giacomo de Matthaeis, Viale Austria, Via Grappelli). Il secondo, invece, coinvolgerà Viale Parigi, Viale Madrid, Via Tommaso Landolfi, Via Armando Fabi, Viale Olimpia, Viale Michelangelo, Via Valle Fioretta, Via Pietro Mascagni, Piazza Sandro Pertini, Via don Minzoni, Via G. Pasta, corso Lazio. L'Amministrazione Comunale prevede, infine, di realizzare in futuro un terzo lotto funzionale, con la riqualificazione e ristrutturazione dei tracciati di pista ciclabile già esistenti e che si estendono per circa 3215 metri lineari, a cui andranno ad aggiungersi gli ulteriori km di tracciato relativi ai percorsi ciclabili del progetto Urban forestry.