Via Ruscitto: raccolta firme per l'installazione di dossi perché la strada è pericolosa. Sono stanchi e preoccupati i residenti della zona periferica di Sora: sotto le loro case auto, moto e anche camion corrono troppo sulla carreggiata stretta. E hanno paura per la loro incolumità.

Ieri mattina una donna residente nella zona ha sbottato perché si è sentita presa, per l'ennesima volta, in giro. Le forti piogge non hanno fermato la corsa di chi lì è abituato a sfrecciare anche nel punto in cui la strada si stringe, ed ecco che ancora una volta la donna ha subito un danno evidente alla grondaia della sua abitazione, che ha ritrovano nuovamente a terra, lungo la strada.

Con tanto di foto, la donna ha nuovamente fatto presente al corpo di polizia locale di Sora la problematica, ma il suo problema è stato inascoltato.
Sono mesiche cerca una risoluzione al problema, ma non riesce a porre la parola fine a questo guaio che ciclicamente si ripropone.

«È da tempo che ho investito il comando della polizia locale del mio problema. Mi era stato detto che era il comandante dei vigili che avrebbe dovuto prendere decisioni. A distanza di mesi, all'ennesimo mio appello di mettere il sicurezza la nostra strada, mi hanno risposto che è l'amministrazione comunale che decide che passo compiere. Ed ecco che è tutto fermo e il pericolo resta - protesta la donna - Presenterò una petizione, raccoglieremo le firme e le consegneremo al sindaco. E vedremo se nessuno ancora ci ascolterà».

Anche in via Cellaro i residenti aspettano da tempo la messa in sicurezza di un'arteria teatro spesso incidenti stradali, purtroppo anche mortali. Intano la giunta De Donatis la scorsa settimana ha approvato i lavori che riguardano, oltre che interventi manutentivi straordinari di alcune strade, anche l'adeguamento delle sedi stradali delle arterie periferiche che convergono con la viabilità principale a San Domenico.

La giunta ha ritenuto di dover provvedere in merito all'approvazione del progetto definitivo dell'intervento di "straordinaria manutenzione su alcune strade comunali" dell'importo complessivo di 231.800 euro, da finanziare con l'accensione di un mutuo con la Cassa depositi e prestiti, quest'ultimo propedeutico all'approvazione del progetto definitivo.