"Ieri pomeriggio, in Ferentino, personale del locale Comando Stazione Carabinieri - è scritto in una nota del Comando provinciale dell'Arma inviata in redazione - traeva in arresto una donna 81enne (già gravata da vicende penali contro il patrimonio) in esecuzione di un'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Frosinone – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo la stessa scontare la pena residua di anni 2, mesi 9 e giorni 10 di reclusione, a seguito di condanna definitiva per il reato commesso di "sfruttamento della prostituzione".

Nello specifico, nel corso di un'attività info – investigativa intrapresa nel 2015, sempre dai militari di Ferentino, si accertava che la donna, con la complicità attiva di altra persona, obbligava una ragazza sempre residente in questa provincia (oggi 44 enne), a prostituirsi, percependone parte dei compensi ottenuti delle prestazioni sessuali. Si appurava, altresì, che l'arrestata aveva inserito sui principali quotidiani delle province di Frosinone e di Latina annunci "amorosi", contattando e concordando personalmente con la clientela le prestazioni sessuali che imponeva alla ragazza.

Gli incontri avvenivano principalmente presso l'abitazione della sfruttatrice ma non mancavano anche anfratti posti lungo le principali arterie del frusinate, dove la ragazza era accompagnata personalmente dalla sua aguzzina. Entrambi i correi vennero all'epoca tratti in arresto per "sfruttamento della prostituzione" e, con il provvedimento restrittivo in argomento, l'anziana donna dovrà espiare la restante pena presso la sua abitazione, in regime di arresti domiciliari", conclude la nota stampa diffusa dal Comando provinciale dei Carabinieri.