Nel mese di novembre sono state immatricolate in Italia 138.405 auto, con un calo dell'8,34% rispetto allo stesso mese del 2019. I dati sono del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Negli undici mesi il volume di immatricolazioni è di 1.261.802 auto,il28,97% in meno dell'analogo periodo dell'anno scorso. In questo contesto il gruppo Fca ha immatricolato a novembre in Italia 34.566 auto, l'1,4% in più dello stesso mese dell'anno scorso. E negli undici mesi le immatricolazioni di Fca sono 299.690, in calo del 28,83% rispetto all'analogo periodo del 2019. Fca continua dunque il trend positivo di crescita già registrato nei due mesi precedenti. A settembre e ottobre la crescita era stata rispettivamente del 17,5% e del 12,6%. Un risultato che, per il secondo mese di fila, è in controtendenza rispetto a quello ottenuto dal mercato e che permette a Fca di raggiungere una quota del 25%, in crescita sia rispetto allo stesso mese dell'anno scorso grazie alle iniziative promozionali e al lancio di nuovi e significativi modelli. Ancora una volta Panda si con ferma leader delle vendite in Italia e naturalmente prima nel segmento A di cui detiene il 43,9% di quota. Insieme con Fiat 500 seconda nel segmento A raggiungono nella loro categoria una quota del 59,8%. Anche la Jeep Compass, l'Alfa Romeo Stelvio e la 500L sono al primo posto nei rispettivi segmenti di riferimento con percentuali rispettivamente del 15,9%, 16,8% e 38%.

Stelvio traina Alfa
Nel dettaglio, le auto prodotte a Cassino, ovvero quella a marchio Alfa Romeo nel mese di novembre perdono 2.6% e il Biscione resta sotto le 2.000 unità, per la precisione 1.986, vendute nel mese. Nel parziale annuo, invece, la casa italiana ottiene un totale di 15.537 unità vendute con un calo del -35% rispetto ai dati dello scorso anno. Alfa Romeo chiuderà il 2020 al di sotto delle 18.000 unità vendute in Italia registrando una flessione nettamente più marcata rispetto a quella dell'intero mercato auto italiano. Le restrizioni in corso hanno influenzato il mese di novembre e, molto probabilmente, andranno ad influenzare in misura significativa anche i dati di dicembre. A guidare le vendite di Alfa Romeo in Italia è però sempre l'Alfa Romeo Stelvio. Il Suv made in Cassino, a novembre, ha fatto registrare più della metà delle vendite del marchio tornando a superare quota 1.000 unità vendute su base mensile e migliorando i dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno.

In particolare, a novembre, lo Stelvio raggiunge quota 1.094 unità vendute in Italia con un buon +15% nel confronto con i datidel novembre dello scorso anno. Nel parziale annuo, il Suv italiano siferma a 7.469 unità vendute tra gennaio e novembre coprendo poco meno della metà delle vendite complessive di Alfa Romeo nel nostro Paese. Nel confronto con i dati dello stesso periodo dello scorso anno, lo Stelvio fa registrare un calo del -32%. Il Suv, in ogni caso, continua a mantenere, saldamente, la leadership del suo segmento di mercato. Nel corso del 2021 dovrebbe esserci spazio per i restyling di metà carriera di Giulia e Stelvio. I due progetti, che saranno accompagnati dal debutto delle varianti ibride (con sistema mild hybrid), al momento non hanno ancora una data ufficiale di debutto ma dovrebbero essere svelati verso la metà del 2021.