La città di Ferentino perde un'altra storica figura: Raffiolino Pellino, per tutti Lillino. Il settantasettenne della omonima vetreria Pellino, un'azienda artigianale della città gigliata con oltre trent'anni di esperienza, è morto sabato all'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Aveva 77 anni. I funerali si svolgeranno oggi pomeriggio alle 15 nella chiesa Santa Maria degli Angeli. I posti in chiesa saranno 70 nel rispetto delle norme anti-covid.

Tanti i messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia di Pellino, alla moglie, al figlio, alla figlia e a tutti i parenti. Tutti lo ricordano come un grande lavoratore, che ha portato avanti per anni e anni una azienda diventata un punto di riferimento per tanti clienti non solo di Ferentino. Una persona perbene, sempre cordiale e dal cuore grande. L'azienda di famiglia è stata tra l'altro la prima in Italia a ideare la soluzione pratica ed economica per il retrofit dei corpi illuminati per il rispetto dei criteri imposti dalle normative regionali sull'inquinamento luminoso.

Alla famiglia Pellino la vicinanza e il cordoglio anche del Frosinone Club Ferentino che si è stretto al dolore «del presidente Giuseppe Pellino per la scomparsa del padre Raffiolino» e del Motoclub Ferentino «un abbraccio a Pino e alla famiglia da tutti gli amici del Motoclub Ferentino».