Ancora un sinistro sulla superstrada Cassino-Formia. Per fortuna sembra che non si sia fatto male nessuno, ma il piccolo incidente avvenuto sabato sera, poco prima che scattasse il coprifuoco delle ventidue, all'altezza del territorio comunale di Esperia, ha riacceso i riflettori sulla pericolosità della superstrada Cassino-Formia.

A scontrarsi, l'altra sera, sono stati un furgone e un'automobile. Sul posto sono immediatamente accorsi i Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo.
In quelle ore imperversava una pioggia battente, che potrebbe essere stata una concausa del sinistro. La superstrada che collega la città martire al pontino da tempo è sotto la lente dei residenti e di automobilisti e camionisti che l'attraversano tutti i giorni per motivi di lavoro. Le criticità sono diverse e vanno dalla convivenza tra zone industriali e zone commerciali e perfino residenziali alla manutenzione dell'asfalto non sempre adeguato.

Proprio di recente, però, non solo è stato finalmente chiuso il cantiere che costringeva a percorrere la superstrada 630 su un'unica carreggiata, ma è stato anche migliorato il manto stradale. D'altra più volte i sindaci della zona hanno sollecitato interventi decisi e definitivi della Regione, all'Astral e perfino del Ministero dei Trasporti. Da Ausonia, un giovane del posto, Christian Vizzaccaro, all'inizio del 2020 ha anche avviato una petizione online con un duplice obiettivo: invitare le autorità competenti a mettere in sicurezza l'importante arteria stradale e sollecitare automobilisti e camionisti ad una maggiore attenzione e al rispetto puntuale del codice della strada lungo una via che è ad altissima densità di traffico.