È ormai la truffa del momento: quella on-line. E questa volta a cadere nella trappola sono state due donne di Alatri, che in totale hanno sborsato circa mille euro, ma dei loro acquisti non hanno visto nulla.
Tranne l'aver fatto i bonifici. Ovviamente ad averle tentate il prezzo basso delle loro richieste. E così si sono rivolte ai carabinieri della Stazione, comandata da Luciano Di Iorio, che dopo attenta indagine hanno individuato i due truffatori. Si tratta di un sardo e di un siciliano. Pur essendo le due storie diverse.

Nel primo caso raggirata una 48enne che su internet aveva deciso di acquistare, effettuando un bonifico di 600 euro, un "robot da cucina". Accessorio che però non è mai arrivato e per la truffa è stato così denunciato, dopo essere stato scoperto, un 25enne di Nuoro. Nella seconda truffa invece una 52enne aveva deciso di acquistare, pagando 320 euro per la consegna, una piscina con relativo robot per la pulizia. Purtroppo però anche in questo caso la vendita on-line era un raggiro.

La piscina e il robot non sono arrivati. Si è rivolta ai carabinieri che in questo caso hanno individuato l'autore della truffa: un 32enne di Messina. Insomma due casi di fatto simili che hanno avuto in comune un acquisto on-line. Per questo si richiede massima attenzione prima di effettuare pagamenti.