Il parco giochi di Ausonia si fregia del tocco di Oniro. Il giovane artista originario di Atina, il cui nome d'arte, anagramma di quello reale, si ispira alla mitologia greca e in particolare al messaggero dei sogni, è stato in paese per raccontare presso il parco immagini e sensazioni da leggere in chiave simbolica. Ieri e anche oggi l'artista ha lavorato in un'area transennata, non aperta al pubblico.

L'iniziativa è frutto della volontà congiunta dell'amministrazione comunale del sindaco Cardillo e del Parco naturale dei monti Aurunci di Campodimele.
Unica raccomandazione fatta: «Se ci si ferma ad osservarlo mentre dipinge, ci si ricordi di farlo in sicurezza: indossando la mascherina, mantenendo la distanza di sicurezza ed evitando assembramenti di ogni genere»