Ha messo a rischio la vita del figlioletto pur di non riaccompagnarlo dalla madre, come avrebbe dovuto fare. È accaduto l'altra notte ad Arpino. I carabinieri del posto e i loro colleghi del Norm di Sora hanno intercettato l'uomo, 34 anni, di Fontana Liri, mentre viaggiava sulla sua auto con il bambino di tre anni.

Lo cercavano dopo che la sua ex moglie aveva lanciato l'allarme perché l'uomo, con il quale condivide l'affido del bimbo, non aveva riaccompagnato a casa il figlio. I militari dell'Arma hanno avvistato la vettura e intimato al conducente di fermarsi, ma l'uomo non ha rispettato l'alt dandosi alla fuga in direzione di Fontana Liri.

I carabinieri lo hanno inseguito per alcuni chilometri; i militari dell'aliquota radiomobile lo hanno intercettato e, nel tentativo di affiancarlo, sono stati speronati dall'auto del fuggiasco che è finita fuori strada ribaltandosi su un lato. L'uomo e il bambino sono stati subito soccorsi dagli operatori del 118 e trasportati al pronto soccorso di Sora.

Nessuno dei due ha riportato lesioni. I carabinieri intervenuti, invece, hanno avuto ferite giudicate guaribili in tre giorni. Per l'uomo è scattato l'arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Si trova ora ai domiciliari. È stato anche denunciato per aver rifiutato di sottoposti al test dell'etilometro.