Iniziata la riasfaltatura dell'intero tratto della superstrada che da Sora arriva allo svincolo di Atina inferiore di San Marciano. L'intervento riguarderà tutti i tratti rovinati per colmare la grave situazione di sicurezza che l'asfalto deteriorato stava creando al traffico molto sostenuto che la superstrada sopporta ogni giorno.

I lavori sono già iniziati nel tratto tra i chilometri 56+200 e 57+800, esattamente a cavallo dello svincolo di Casalvieri-Alvito. L'operazione comporta una spesa di quasi 480.000 euro e tra gli interventi in programma rientrerà anche la posa del nuovo asfalto lungo via Ferriera, in territorio di Atina, che presenta tratti malridotti per la mancanza di manutenzione periodica. Il nuovo asfalto sulla superstrada viene proprio nel momento giusto: erano troppi, ormai, i tratti ammalorati con l'asfalto pieno di crepe e buche.

Con l'intervento in atto si mette a riparo la sede stradale da eventuali conseguenze legate all'infiltrazione di acqua al di sotto del manto bituminoso in occasione di piogge più o meno abbondanti. La stessa pioggia che causa ristagni e allagamenti sulla carreggiata e che, approfittando dei lavori di asfaltatura, ora verrà incanalata nelle cunette laterali debitamente ripulite dalla terra e dall'erba che vi era cresciuta.

Dunque, la Provincia ha preso di petto la situazione e sta rimettendo a nuovo i ventuno chilometri che separano lo svincolo di Sora sud da quello di Atina inferiore (il tratto di sua competenza), ottenendo un duplice risultato: riporta la sicurezza della strada su standard accettabili e controlla lo stato delle opere d'arte che la completano.