L'amministrazione comunale scende in campo contro il fenomeno della violenza contro le donne. Accolta la proposta dell'assessore allo sport Jessica Chiarelli in vista del 25 novembre, "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne". Si è deciso di dipingere di rosso una panchina di Anagni, di preciso quella accanto alla fontanella di via della Sanità.
La Chiarelli ieri mattina ha anche depositato sulla panchina una fiore rosso per l'occasione. «Il fenomeno della violenza sulle donne va combattuto con ogni mezzo, anche con campagne di informazione», sottolinea.

«Abbiamo scelto di colorare di rosso la panchina di un luogo della città frequentato perché così, ogni volta che si decida di sedersi lì, subito il pensiero andrà alla brutalità di ogni violenza sulle donne e quindi alla necessità di diffondere i valori dell'uguaglianza e della parità fra i sessi, ma anche a quello del reciproco rispetto», ha spiegato. «Ho voluto depositare un fiore rosso sulla panchina ed invito i cittadini a fare altrettanto, magari testimoniando con una foto sui social e l'hashtag #noallaviolenzasulledonne la loro adesione alla campagna».

Sostegno anche del sindaco Natalia. «Una iniziativa che coinvolge tutta la cittadinanza e punta a farle recitare un ruolo attivo nella diffusione di un messaggio che è tanto positivo quanto importante: no alla violenza sulle donne! La nostra amministrazione si è identificata con le grandi campagne di informazione su temi complessi e pregnanti, in particolare relative all'universo femminile. Mi vengono in mente, ad esempio, le iniziative per il "Mese Rosa" di ottobre per la prevenzione del tumore al seno. Anagni diventa una città-attivista in un certo senso, con l'illuminazione tematica di Porta Cerere ed anche con questa panchina che, inevitabilmente, lascia un segno».