«Ottobre generalmente è il mese dei funghi, ma non a Ceccano dove nei boschi è più facile trovare la carcassa di un frigorifero o di un televisore che un prataiolo». Inizia così un intervento di Angelo Belli, segretario civico della sezione Psi "Sandro Pertini".
Belli, quindi, denuncia il fenomeno delle discariche abusive sul territorio, in particolare quanto avviene in via Mulino San Rocco, «uno spettacolo indecoroso e indegno di una società civile». Quindi, esalta il Centrosinistra, «che a Ceccano ha il merito di avere introdotto la rivoluzione della raccolta differenziata porta a porta, con il risultato mai più eguagliato del 70% di differenziazione dei rifiuti da parte dei cittadini».

Un dato per cui il segretario socialista lancia un appello, dai toni piuttosto duri, alla popolazione ceccanese: «Denunciate chiunque compia questo scempio. Segnalate alle autorità competenti chi si macchia di una simile barbarie e manifestate con fermezza l'indignazione verso un fenomeno che purtroppo qualifica il territorio al primo sguardo. Poniamo fine all'indifferenza e all'omertà,non ci rendiamo compartecipi di un simile atto criminale. Invito i cittadini ad impegnarsi di persona perchè non venga più giustificata anche talvolta l'indifferenza della popolazione».

Belli conclude con un annuncio e un invito: «Il Psi sosterrà con forza in Consiglio comunale una azione propositiva, ma anche di controllo, dell'attività amministrativa in ambito ambientale nel suo complesso.
Invitotutti a riscoprire il nostro territorio e a valorizzarlo.
Infatti, il solo tenerlo pulito sarebbe una grande vittoria, un segnale forte di civiltà, di rispetto per gli altri e per l'ambiente».