Divieto di caccia nel Sentiero Natura a Patrica. Ieri mattina il sindaco Lucio Fiordalisio ha emesso un'ordinanza. Con una planimetria specifica sono state distinte la zona adibita a caccia e quella sulla quale sarà proseguita la promozione dei sentieri e della valorizzazione turistica.

«Ho emesso l'ordinanza per il divieto di esercizio di attività venatoria all'interno del Sentiero Natura. In questi anni l'amministrazione comunale, anche attraverso l'investimento di ingenti risorse, ha valorizzato il Sentiero attribuendogli una valenza turistico-naturalistico tale da permettere l'accessibilità dello stesso in ogni periodo dell'anno».
Tanti cittadini hanno sposato le finalità e la visione progettuale dell'amministrazione e ovviamente hanno apprezzato le bellezze del percorso che si snoda all'interno di una bellissima area verde.
Il Sentiero Natura è un'area di circa 5 ettari inserito nella Macchia Resignano ed è divenuto ormai meta per famiglie, ciclisti, Associazioni. Sono tantissime le attività che vengono svolte all'interno del percorso, passeggiate a cavalli, iniziative ludico-ricreative, eventi sportivi.

«All'interno del Sentiero Natura insistono aree pic-nic, sussiste la segnaletica turistica ed esso inoltre è oggetto di interventi di manutenzione ordinaria programmata e di interventi di sistemazione di nuovi percorsi - aggiunge il sindaco Fiordalisio - Ho recepito la preoccupazione di tanti cittadini che si sono trovati a frequentare il Sentiero in coincidenza con lo svolgimento della caccia al cinghiale e quindi ho deciso di emettere l'ordinanza a tutela della pubblica incolumità. Ritengo che la soluzione ideata sia la migliore».

Anche l'assessore Tatiana De Alexandris con deleghe alla Cultura ed eventi, Arredo urbano, Marketing territorio, Biblioteca e Turismo, ha sottolineato la necessità di emettere un'ordinanza per dire stop alla caccia nel Sentiero Natura. «Abbiamo deciso di interrompere l'attività venatoria sull'intera area del nostro frequentatissimo Sentiero Natura. Famiglie, bambini, sportivi, adesso potranno passeggiare senza alcun timore. Una decisione dettata esclusivamente dal buonsenso, tradotta dal sindaco Fiordalisio, attraverso un'ordinanza specifica».