Muore schiacciato nel reparto Lastratura, il gip abruzzese archivia la posizione della Sevel. La vittima dell'incidente in fabbrica avvenuto lo scorso 3 gennaio ad Atessa è il ventinovenne Cristian Terilli originario di Esperia e residente a Pignataro, insieme alla moglie e ai loro due bambini. Ora il gip Rossi ha messo ben a fuoco l'intero quadro probatorio.

I fatti e le decisioni
Cristian, lo ricordiamo, era stato investito da un macchinario in ferro (un castelletto di traslazione che supporta le fiancate del furgone Ducato): un colpo che non gli ha purtroppo lasciato scampo. Con alta probabilità il giovane operaio non ha avuto neppure il tempo di capire, di rendersi conto dell'imminente tragedia. Forte la commozione della comunità di Pignataro, incredula di quanto accaduto. Dal Cassinate all'Abruzzo la linea fu soltanto una: più manutenzione e più controlli. E, soprattutto, azioni concrete in favore dei lavoratori, tra incontri sindacali e fiaccolate. Intanto, vennero condotte accurate indagini da parte dei militari dell'Arma di Atessa, coordinati dal tenente Federico Ciancio, per cercare di ricostruire gli ultimi istanti di vita di Cristian.

Per consentire di andare fino in fondo, cercando di circoscrivere possibili responsabilità, venne quindi aperto un fascicolo dalla procura di Lanciano con l'iscrizione di sei indagati tra funzionari e responsabili delle società coinvolte, così da permettere loro di nominare i propri consulenti e prendere parte all'autopsia eseguita all'obitorio di Chieti. La posizione della Sevel era stata già stralciata dalla procura di Lanciano.

E il gip Rossi ora ha archiviato la posizione dei rispettivi responsabili della sicurezza per Fca e Sevel. Prosciolto anche un altro dirigente della società appaltatrice dei lavori, un secondo avrebbe invece chiesto di essere ascoltato. Richiesta di rinvio a giudizio per due responsabili di un'altra ditta subappaltatrice di Cassino ma con sede legale a Napoli. Posizioni, dunque, diversificate. Per buona parte dei coinvolti, le difese hanno annunciato la presentazione di memorie.