Era andata solo una settimana fa a portare i fiori sulla tomba della cugina, morta prematuramente a causa di un cancro. In quell'occasione, oltre a una pianta di ciclamini, aveva posizionato, aiutata anche dal mastice, una statua votiva di Santa Rita, alla quale la cugina era devota. «Quella statua era molto importante, era di nostra nonna e l'ho conservata per anni. Mia cugina è morta da tempo, è vero, ma eravamo più che parenti, eravamo amiche e mi manca ogni giorno. Non mi era mai capitato di subire furti. Avevo deciso di portare Santa Rita a mia cugina.

Ho posizionato la statua e l'ho ancorata e poi fissata al marmo. Ma, quando sono tornata dopo una settimana, al suo posto c'era solo una chiazza e qualche coccio a terra. Un dolore senza fine, mi hanno portato via un pezzo di cuore». Vanno a ruba soprattutto le piantine, più sono belle più spariscono. Ma non vengono scartati neppure i lumini. Per non parlare di oggetti lasciati vicino alle tombe, magari dei giovani morti prematuramente.