Prosegue a ritmi serrati l'opera di messa in sicurezza e restyling del tessuto urbano in una città termale ormai da giorni invasa dai cantieri destinati allo scopo.
Tra essi anche quello che vede la riqualificazione dell'area del centro sportivo di Capo i Prati, rimasta per anni vittima di un livello d'incuria piuttosto elevato ed oggi in marcia verso quel decoro ritrovato e che gli compete. Un polo strategico con lo sguardo proteso verso il futuro che guarda nella direzione di nuovi flussi turistici interessati allo sport nell'era post Covid 19, sulla quale si comincia ad intravedere qualche spiraglio di luce e motivate speranze, legate innanzi tutto alla notizie di queste ore che riguardano le fasi avanzate nelle sperimentazioni sul vaccino.

Con le campagne di vaccinazione che in Italia dovrebbero partire, nella prima fase, già entro l'anno in corso per poi proseguire a ritmi più serrati nelle primavera/estate prossime. Diventa quindi fondamentale che Fiuggi a quelle date sappia farsi trovare pronta. Ed il centro sportivo di Capo i Prati, è sicuramente uno di quegli asset strategici su quale poter ricostruire un futuro prossimo un pezzo di quel rilancio economico - turistico da tutti sperato non appena superata la tempesta.

Regista di queste operazioni va confermandosi di giorno in giorno l'assessore ai lavori pubblici e sport Marco Fiorini: «È questa l'ennesima prova del fatto che stiamo rispettando tutti gli impegni assunti con la popolazione - puntualizza lo stesso Fiorini - la riqualificazione ed il rilancio di un asset strategico come il centro sportivo di Capo i Prati è un punto fermo del nostro programma elettorale». «Questo avevamo promesso e questo stiamo rispettando sottolinea - è sotto gli occhi di tutti come quell'area, frequentata anche da molti nostri concittadini amanti dello sport, oggi sia stata restituita alla dignità che gli compete dopo anni di abbandono o quasi.

Tutto questo - chiude Fiorini - a costo zero per il nostro Comune». È vero, quell'area oggi presenta un colpo d'occhio decisamente migliore rispetto a poco tempo fa e Marco Fiorini e l'intera amministrazione comunale possono certamente fregiarsi del titolo di "Missione compiuta" con lavori in corso.