Nelle ultime 24 ore sono 35.098 i nuovi casi di Covid individuati in Italia a fronte di 217.758 tamponi effettuati (17.740.196 in totale). Le vittime sono 580, mai così tante addirittura dal 14 aprile (ieri erano 356), per un totale 42.330 persone che hanno perso la vita dall'inizio della pandemia. Ieri 25.271 nuovi casi con 147.725 tamponi. Sono 25.271 i nuovi positivi, per un totale di 960.373. È quanto emerge dal quotidiano bollettino sul coronavirus emesso da protezione civile e ministero della salute.

Ancora in forte crescita le terapie intensive, +122 oggi (ieri +100), per un totale di 2.971, mentre i ricoveri ordinari salgono di 997 unità (ieri 1.196), e arrivano a 28.633, a un passo dal record di 29mila segnato ad aprile, in piena prima ondata.

In leggero calo, rispetto agli ultimi giorni, l'indice tra positivi e tamponi che si attesta ora al 16,11%. Negli ultimi tre giorni l'indice aveva sempre superato il 17%: ieri +25.271 Con 147.725 Tamponi (17,10%), l'8 novembre +32.616 Con 191.144
Tamponi (17,06%), il 7 novembre +39.811 Con 231.673 Tamponi (17,18%).

La regione più colpita è sempre la Lombardia, che anzi oggi allarga il divario facendo segnare 10.955 casi, seguita da Piemonte (+3.659), Veneto (+2.763), Campania (+2.716), Lazio (+2.608) e Emilia Romagna (2.430). Il totale dei casi dall'inizio dell'epidemia arriva a 995.463.

I guariti sono 17.334 (ieri 10.215), per un totale di 363.023. Il numero delle persone attualmente positive sale così di altre 16.776 unità, arrivando a 590.110. Di questi, sono in isolamento domiciliare 558.506 pazienti.

In leggero calo, rispetto agli ultimi giorni, l'indice tra positivi e tamponi che si attesta ora al 16,11%. Negli ultimi tre giorni l'indice aveva sempre superato il 17%: ieri +25.271 Con 147.725 Tamponi (17,10%), l'8 novembre +32.616 Con 191.144
Tamponi (17,06%), il 7 novembre +39.811 Con 231.673 Tamponi (17,18%).