Chissà cosa avrebbero risposto se qualcuno tre anni fa, quando è scattato il colpo di fulmine ai bordi della piscina, gli avesse detto che, in una domenica di metà autunno, si sarebbero sposati con mascherine, distanziati dai pochi "fortunati" invitati, e festeggiando il loro sì davanti a una pizza e a una tagliata. Non è stato sicuramente il matrimonio che avevano sempre sognato, ma Elisa Giannetti e Giuseppe Tanzilli, lei ventottenne di Castrocielo, lui quarantenne di Roccasecca, non hanno rinunciato al loro giorno speciale nemmeno di fronte alla pandemia da Coronavirus. Perché hanno deciso di fare il "tuffo"più importante della loro vita. Quello dell'amore eterno.

E così domenica scorsa sono convolati a nozze, in un evento ridimensionato a causa delle norme anti-contagio. A dare loro forza e calore, seppur distanti, i loro familiarieamici. Elisa e Giuseppe hanno pronunciato il loro "sì" nella chiesa della Madonna dei sette dolori a Castrocielo. A celebrare le nozze don Natalino. Poi tutti, si fa per dire, al ristorante La Magnolia a Roccasecca. Perché le norme anti-covid non permettono i festeggiamenti in grande. E neanche, ovviamente, per i matrimoni vengono fatte eccezioni su numero invitati, distanziamenti al ristorante e orari.

E così nel ristorante-pizzeria di Roccasecca attorno agli sposi c'erano pochi familiari e amici, ma grande la festa nei cuori di tutti i parenti della coppia. Eleganti, con il sorriso smagliante, si sono seduti per dare inizio al loro pranzo di nozze. Un pranzo davvero particolare. Ci ha raccontato il loro amore e il loro giorno più bello, Giuseppe. «Con Elisa ci siamo conosciuti tre anni fa circa. Io avevo sostituito un collega istruttore di nuoto a lezione, dove partecipava la donna che oggi è mia moglie. Domenica il nostro giorno più bello, anche se in un periodo non certo facile.

La scelta del menù? Forse se non avessimo vissuto questo periodo non avrei potuto mangiare l'ottima pizza dei miei amici del ristorante La Magnolia. Ho detto agli invitati: ognuno può ordinare ciò che vuole - ha aggiunto Giuseppe -. E così ho realizzato forse, un mio piccolo sogno: mangiare la pizza, un'ottima margherita con la mozzarella di bufala, nel giorno del mio matrimonio. Elisa ha gustato un'ottima tagliata». Non è mancata la torta nuziale e i calici alzati per brindare al loro "sì" ai tempi del Covid-19.