Buche e avvallamenti sulla carreggiata e sui marciapiedi che rendono la viabilità assai complicata.
Automobilisti e pedoni si imbattono in disagi su tutto il territorio comunale, qualcuno è caduto, qualcuno ha riportato danni alla propria vettura.

In alcune zone di Cassino nei giorni scorsi le fantomatiche voragini sono state "coperte" con un'abbondante dose di asfalto. Ma non basta, perchè quelle "toppe" hanno una resistenza molto limitata e il maltempo o le temperature rigide riportano, moto spesso, la situazione allo stato precedente.

Inutile dire che i cittadini sono esasperati, molti pedoni scelgono di camminare sulla strada per evitare marciapiedi pericolosi, mentre gli automobilisti sono costretti a manovre azzardate per bypassare voragini e pozzanghere che assomigliano a piscine naturali.

Con i lavori per l'installazione della fibra ottica, che si stanno eseguendo in tutta la città, la situazione è decisamente peggiorata e le strade sono ridotte a un percorso a ostacoli. Maggiori difficoltà per i pedoni si riscontrano a ridosso dei marciapiedi dove i tombini, ricoperti di rifiuti, rappresentano una vera e propria trappola.

Una città decisamente non a misura di disabili e di mamme con passeggini, non poche difficoltà anche per gli anziani. Cadute e incidenti sono all'ordine del giorno, un fenomeno che rientra nella "normalità". Tanta l'amarezza dei cittadini che chiedono sempre più spesso interventi mirati e il ripristino o la messa in sicurezza della pavimentazione dei marciapiedi.