Sono stati presi nel centro di Cervaro. I carabinieri della Compagnia di Cassino agli ordini del capitano Giuseppe Scolaro sono intervenuti immediatamente grazie alle segnalazioni dei cittadini.

Tre uomini bulgari a bordo di un'auto con targa tedesca in Italia senza fissa dimora. All'interno dell'autovettura i carabinieri hanno trovato materiale da scasso, effrazione e informatico verosimilmente utilizzato per attività illecite o fraudolente contro private abitazioni e istituti di credito. Il materiale è stato sottoposto a sequestro.

Per i tre, un trentenne, un trentatreenne e un trentasettenne, è scattata la denuncia per possesso ingiustificato di arnesi, strumenti e materiali atti allo scasso e all'effrazione ed è stato disposto il foglio di via dal comune di Cervaro.

Ma i cittadini chiedono maggiori tutele. Il lavoro e i controlli delle forze dell'ordine sono particolarmente apprezzati, ma i residenti trascorrono ore a controllare strade e vialetti nel terrore di trovarsi faccia a faccia con i malviventi, come già accaduto.

Il fenomeno dei furti in abitazione, soprattutto nelle periferie e nelle zone tra Cassino e Cervaro, Sant'Antonino, San Michelle, Colle Fionda, Sprumaro, Cervaro, San Vittore, ma anche Sant'Elia ha generato un clima molto teso. Inutile ricordare che i gruppi di whatsapp sono tantissimi, le informazioni vengono continuamente scambiate, spesso ci si ritrova con la stessa segnalazione che viene rimbalzata a ore di distanza. Ogni vettura è fonte di sospetto, giardini e proprietà private sono costantemente monitorate da ronde di residenti.