È proprio vero, gli incontri straordinari possono accadere ovunque e quello che ha visto protagonista a Fiuggi Emiliano Sibilia e un suo collega, entrambi autisti Cotral, è proprio da raccontare. «Ieri mattina in attesa di prendere servizio - racconta Sibilia - mi si avvicina una donna che stava facendo footing presso il centro sportivo di Fiuggi». L'autista e il collega hanno pensato di tutto ma mai quello che poco dopo sarebbe accaduto.

«La donna infatti ancora impaurita - prosegue l'autista - mi racconta di essere stata inseguita da un capriolo. Dopo averla tranquillizzata vado alla ricerca del capriolo. Sono passati pochi istanti e appena avvistato cerco subito di riportarlo, insieme al mio collega, nel suo ambiente naturale, il bosco». Ma succede qualcosa di imprevedibile e di emozionante. «Il capriolo invece di scappare, cosa che avrei ritenuto normale - sottolinea - per niente intimorito mi si avvicina quasi a baciarmi. Sembrava essere abituato alle coccole tanto che non riuscivo a staccarmelo di dosso».

«Il tempo però passava - ha continuato - ed io dovevo prendere servizio ed allora ho trovato una specie di recinto dove l'ho rinchiuso e chiamato subito i carabinieri forestali della Stazione di Fiuggi». «I militari giunti poco dopo lo hanno preso e riportato nel suo ambiente naturale con il capriolo libero di scorrazzare tra i boschi». Una bella favola conclusasi nel migliore dei modi grazie anche all'uomo che sussurra ai caprioli che, fortunatamente, l'ha resa pubblica.