Martedì scorso la giunta comunale di Fiuggi ha avviato l'iter relativo al project financing "Città dello Sport", su proposta dalla società sportiva dilettantistica Atletico Terme di Fiuggi, oggi impegnata nel campionato di serie D nazionale Un progetto molto bello realizzato da un team di progettisti locali coordinati dall'architetto Dario Celesti su mandato della stessa società sportiva che si avvale in veste di advaisor della Gabetti Calcio, il colosso del settore immobiliare e che si pone come obiettivo quello di andare a migliorare gli impianti sportivi di Capo i Prati.

Un opera stimata in 9.956.449,00 euro iva inclusa e che tende anche "alla riqualificazione e la rigenerazione urbana attraverso il potenziamento di infrastrutture per lo sport e del benessere". Sgombriamo subito il "campo" dalle semplificazioni e facili aspettative perché l'iter sarà piuttosto lungo ed articolato, in linea con le normative vigenti in materia, bando di gara pubblica compreso sullo stesso project financing, quindi la possibilità concessa a terzi di potersi inserire migliorando la proposta. Allo stato dei fatti siamo alla semplice e doverosa presa d'atto e richiesta di ulteriori chiarimenti da parte del Comune di Fiuggi, perché di questi tempi nessuno dice no a quasi 10 milioni di euro d'investimenti, fatte salve tutta una serie di verifiche e di ulteriori certificazioni e garanzie, anche di natura finanziaria, che la società proponente dovrà rimettere all'ente pubblico entro 90 giorni attraverso i competenti uffici comunali.

Per dovere di cronaca va anche detto che già dallo scorso anno la società sportiva Atletico Terme di Fiuggi ha provveduto a tutta una serie d'interventi di ristrutturazioni che hanno indubbiamente migliorato gli impianti sportivi ad essa affidati e che proprio in questi giorni è impegnata in ulteriori ristrutturazioni. Un centro sportivo che prima al Comune di Fiuggi costava intorno ai 60 mila euro l'anno tra manutenzione ed utenze varie, con risultati tutt'altro che soddisfacenti. Ancor prima che si arrivi alla realizzazione del progetto, ci sarà però anche la necessità di definire bene il diritto alla fruizione degli impianti sportivi in favore della comunità fiuggina. Sulla intera materia la battaglia in consiglio comunale è assicurata e annunciata.