Un dolore troppo grande. Troppo difficile immaginare di poter continuare a vivere senza suo marito. Quel compagno di una vita che un mostro chiamato Covid-19 le aveva appena portato via. Così, in preda alla disperazione, si è lasciata cadere nel vuoto gettandosi dalla finestra di quella casa dove avevano trascorso una vita insieme.

Un dramma nel dramma. Da una parte il virus che uccide. Dall'altra chi resta senza un marito, un padre, una moglie, un figlio. E non riesce a trovare ragione per andare avanti. La notizia arriva da un quartiere di Genova dove la donna, 80 anni, viveva con il coniuge ucciso dal Covid. 

L'uomo, 86 anni, era ricoverato all'ospedale San Martino ma non ce l'ha fatta. Lei, appresa la notizia, deve essersi sentita completamente persa. Sola. Senza l'uomo con il quale aveva condiviso tutto. E cosi si è gettata nel vuoto lasciandosi morire. Sul posto è arrivata una ambulanza ma i sanitari non hanno potuto fare altro che confermare la morte dell'anziana. Oltre al 118 sono intervenuti i carabinieri per ricostruire l'accaduto. Sconvolto l'intero quartiere dove i due anziani erano conosciuti e benvoluti da tutti.