Atteggiamenti intimi con alcune studentesse ai tempi in cui lavorava a Vallecorsa. Condannato in primo grado, per violenza sessuale, a tre anni e sei mesi, oltre a 5.000 euro di provvisionale a titolo di risarcimento, Salvatore Iacoboni, 60 anni, ex docente della scuola media di Vallecorsa. Il pm aveva chiesto sette anni e mezzo.

L'inchiesta era nata dopo la denuncia dei genitori di una delle quattro studentesse che hanno raccontato di baci e abbracci e qualche toccatina durante le ore di lezione.
Genitori che avevano capito perché la loro figlia non stava più bene. Così, indagando, dopo le prime chiacchiere venute fuori al catechismo, avevano deciso di uscire allo scoperto.

Il prof ha sempre negato le accuse e ha ricordato di esser stato 11 anni a Vallecorsa e che, per 25 anni, ha avuto sempre lo stesso comportamento per il quale mai aveva avuto problemi. Al processo sono state quattro le parti civili costituite (rappresentate dagli avvocati Maria Annita Compagno, Marino Iacovacci e Claudia Padovani). Il professore, 60 anni, è stato difeso dall'avvocato Alfonso Musa.

La vicenda è venuta fuori, dunque, dopo la denuncia dei genitori di una studentessa. Hanno riferito che la figlia non stava bene e quindi, insistendo, sono riusciti a farsi riferire quanto stava accadendo. Era stata una parente a convincere la ragazza a confidarsi con i genitori. Una confidenza nata, secondo quanto emerso, al catechismo. Era lì, infatti, che qualche ragazzo aveva fatto riferimento alle attenzioni del professore nei confronti di qualche studentessa. Un discorso che poi le catechiste avrebbero approfondito con i genitori.

Inizialmente, il professore Iacoboni, che da allora non insegna più a Vallecorsa, era stato raggiunto da un provvedimento di interdizione dalla professione per otto mesi. L'indagine è stata condotta dalla squadra mobile della questura di Frosinone.