Superata quota 30mila contagi in Italia. Il coronavirus non arresta la sua corsa e i numeri sono in continua ascesa. I nuovi casi di positività, dai 26.800 di ieri, sono saliti a 31.084. Si segnala un nuovo record di tamponi processati, 215.085 (ieri erano 201.452). Lieve calo dei decessi, 199 contro i 217 di ieri, per un totale di 38.321. 

L'indice tra contagi e tamponi si attesta al 14,4%. Ieri c'erano stati 26.831 nuovi casi con 201.452 tamponi (13,3%), mercoledì 24.991 nuovi casi con 198.952 tamponi (12,56%), martedì: 21.994 nuovi casi con 174.398 tamponi (12,6%), lunedì 17.012 nuovi casi con 124.686 tamponi (13,6%).

Crescono i ricoveri ordinari, 1.030 in più (ieri erano 983), e sono ora 16.994, mentre le terapie intensive crescono di 95 unità (ieri 115), per un totale che sale a 1.746. Lieve calo dei decessi, 199 contro i 217 di ieri, per un totale di 38.321.

Il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, intervenendo al punto stampa al ministero sulla situazione epidemiologica ha dichiarato: "Oggi non abbiamo buone notizie...Tutti questi dati in qualche misura sono attesi. Non ci dobbiamo aspettare cambiamenti del trend dovuti a un impatto immediato delle misure, ci vorranno due o tre settimane. Per ora vediamo ancora la tendenza all'aumento del numero dei positivi".