In occasione della commemorazione dei defunti è consentito, da domani fino al 2 novembre, ai titolari di autorizzazione per l'esercizio su aree pubbliche lo svolgimento dell'attività di vendita di piante e fiori, ceri e lumini votivi nella parte antistante e aree limitrofe dei cimiteri del centro capoluogo e Colli.

Gli interessati al rilascio della concessione temporanea per i giorni suddetti potranno presentare la domanda al servizio tributi. L'autorizzazione sarà rilasciata dal responsabile del servizio previo pagamento della tassa di occupazione di suolo pubblico. È obbligatorio: porre i banchi ad una distanza di 8 metri l'uno dall'altro; divieto di assembramento antistante i banchi di vendita; contingentamento (massimo due persone da servire al banco) con rispetto del distanziamento sociale interpersonale di almeno un metro; igienizzazione delle mani pre e post consegna merce, sia degli esercenti nonché dei clienti; uso delle mascherine e rispetto di tutte le prescrizioni come da decreto del 13, 18, 24 ottobre e dell'ordinanza regionale del 2 ottobre scorso. La concessione è revocabile in qualsiasi momento con provvedimento motivato del Comune.

Questo il contenuto dell'ordinanza a firma del sindaco di Monte San Giovanni Campano, Angelo Veronesi, che in occasione della commemorazione dei defunti, per fornire un servizio a visitatori del cimitero, ritiene opportuno, vista anche l'esperienza degli anni precedenti, concedere l'esercizio del commercio su aree pubbliche per la vendita di piante e fiori nella parte antistante e le aree limitrofe ai due cimiteri di Monte San Giovanni Campano.