I primi casi di Covid 19 a Trevi preoccupano gli abitanti. Il sindaco Grazioli smorza le giustificate paure con un comunicato: "È da qualche giorno che anche il nostro paese ha visto qualche persona colpita dal Covid 19, del resto visto l'andamento nazionale e quello dei paesi vicini c'era da aspettarselo. Comunque la situazione è assolutamente sotto controllo delle autorità sanitarie che sono in stretta collaborazione con il sindaco e le autorità competenti.

Non c'è da fare alcun allarmismo in quanto le verifiche sono tempestivamente e puntuali, è necessario soltanto continuare a rispettare rigorosamente le regole che con grande pazienza stiamo rispettando negli ultimi mesi con le mascherine, il distanziamento e la pulizia delle mani. L'attenzione di tutte le autorità è massima pertanto è fuori luogo qualunque allarmismo. Il sindaco coglie l'occasione, tra l'altro, per fare un grande augurio a nome di tutta la comunità a Valerio che con grande delicatezza, dignità e sensibilità ha voluto far conoscere la sua attuale positività".

La situazione ad Arcinazzo Romano
Dopo i tamponi sono 12 i positivi  Dopo l'esito dei 59 tamponi molecolari effettuati sabato scorso ad Arcinazzo Romano, Comune di 1299 abitanti, si contano 12 positivi. Il sindaco Luca Marocchi fa sapere che sono tutti in buona salute con lievi sintomi o asintomatici e uno ospedalizzato.

Con l'occasione il primo cittadino di Arcinazzo nel ribadire: "Il rigoroso rispetto delle norme igienico-sanitarie e richiamare il buon senso di voi tutti, teniamo a sottolineare una cosa: capiamo e comprendiamo le preoccupazioni, le paure del caso, ma non è tempo e soprattutto modo di "caccia alla streghe". Si rispettino tutte le famiglie, alle quali esprimiamo la nostra personale vicinanza, che stanno vivendo in prima persona questa infausta situazione. Come scritto giorni fa: "siamo una Comunità", comportiamoci, sia per quanto concerne il rispetto delle norme sanitarie sia per il rispetto socio-civile che ci compete, come tale. Grazie!".