Ci vuole impegno, senso del fare, responsabilità. E queste qualità al Coa di Cassino non mancano.
Così ieri mattina quello che inizialmente era solo un progetto tra i mille discussi e vagliati, tra quelli che sembrano prendere corsie privilegiate e poi si bloccano superati da altre impellenti necessità, ha preso forma.
Con l'ausilio di un centro diagnostico di Arce e il supporto della Misericordia di Roccasecca si è dato il via alla campionatura e all'analisi di tutti quegli avvocati, magistrati e personale amministrativo del tribunale di Cassino.

Cinquanta, tra tamponi e sierologici, quelli eseguiti. Per fortuna con esito negativo.
Si tratta di una opportunità, offerta ogni martedì mattina, e rivolta al personale del tribunale e agli utenti dello stesso: un modo per vivere l'universo Giustizia senza troppe paure ma con le giuste e dovute precauzioni.
Una campagna di prevenzione a tutto tondo, possibile grazie all'intuizione del Coa di Cassino - presieduto dall'avvocato Gianluca Giannichedda - che ha siglato una convenzione con il poliambulatorio di Arce. Così, ogni martedì, dalle 8.30 alle 14 sarà possibile sottoporsi pagando un ticket al tampone semiquantitativo, al sierologico (Igm e Igc) e al test rapido.
Per evitare file è necessaria la prenotazione on-line. Vista la risposta di ieri, sarà sicuramente indispensabile.