Fra poche ore in tutto il Lazio scatterà il coprifuoco, un mini lockdown, voluto dalla Regione Lazio al fine di cercare di limitare la diffusione dei contagi da Coronavirus che anche nel territorio regionale stanno aumentando di giorno in giorno. L'ordinanza è stata firmata l'altro giorno dal presidente Nicola Zingaretti e prevede lo stop agli spostamenti di ogni tipo dalle 24 alle 5 del mattino successivo. Il provvedimento avrà la durata di 30 giorni, salvo proroghe o modifiche a seconda dell'andamento della curva dei contagi. Uniche deroghe ammesse sono quelle per motivi di salute, di lavoro o di comprovata urgenza. E in questi casi sarà necessario munirsi dell'apposita autocertificazione. Nessun'altra deroga è ammessa, saranno le forze dell'ordine, già schierate su tutto il territorio, a vigilare sul rigoroso rispetto dell'ordinanza. Previste multe salatissime, e non solo, per i trasgressori. 

Sull'imminente inizio del coprifuoco, finalizzato ad evitare un vero lockdown come quello dello scorso mese di marzo, è stato lo stesso Zingaretti con una nota stampa, breve ma significativa, ad intervenire poco fa. "Dalle 24 di questa notte - ha dichiarato il Governatore del Lazio - scatta il divieto di spostamenti notturni fino alle 5 del mattino in tutto il Lazio. Questa misura, lo voglio sottolineare, è importante per scongiurare il lockdown, perciò l'impegno di tutti è fondamentale, vinciamo insieme la sfida che da mesi stiamo affrontando. So bene quanto possa sembrare difficile, ma è un passo necessario che può rivelarsi decisivo, non molliamo, continuiamo a restare uniti, rispettiamo le regole e ricordiamoci sempre: mascherine, mani igienizzate e distanziamento sociale».