Orazia Bianchi, vedova Battelli, taglia il favoloso traguardo del secolo di vita. Intorno alla festeggiata le figlie Iria e Annamaria, il genero Franco, i nipoti Barbara, Loreto, Antonella, Benedetto e Stefania, i pronipoti Beatrice, Lorenzo, Francesco e Riccardo hanno organizzato una festa nel rispetto delle norme anti Covid-19. Vi ha preso parte anche il sindaco Gianpio Sarracco che ha donato a nonna Orazia un mazzo di fiori a nome dell'amministrazione comunale.
La nonnina, ancora lucida e sveglia, ricorda tutti i particolari della storia fontanese.

Ha vissuto soprattutto il dolore durante la seconda guerra mondiale, con tanti valorosi soldati fontanesi uccisi. Quando le si chiede se ha un elisir di lunga vita, afferma che l'aspetto principale è non provare invidia per nessuno, ma accontentarsi di quello che la vita ci offre e lavorare con impegno. Sulla sua tavola non manca mai un piatto verdura e frutta fresca di stagione.