Sarebbe stato preso a botte per una ragazza. Almeno così sembra. Un modo affatto ortodosso di "rivendicare" il possesso della Dulcinea contesa e del territorio di "battaglia". Ma i contorni della vicenda non sono affatto chiari. Le uniche cose certe sono l'arrivo di un sedicenne di Palestrina nell'ospedale di Cassino con un trauma facciale e la sua prognosi di quindici giorni. Che non permettono alle autorità di procedere autonomamente ma a querela di parte. Ma che fanno capire che il sedicenne non può essere caduto accidentalmente. La lite, con annesso pugno al volto, c'è stata. Il problema è capire cosa sia accaduto. Comunque i carabinieri di Cassino, impegnati in un capillare controllo del territorio, non hanno tralasciato nulla. Sarà compito dei militari del capitano Scolaro capire cosa sia accaduto e perché dopo la lite e siano fuggiti tutti.

Le ipotesi
In base a una primissima ricostruzione dei fatti il giovane di Palestrina avrebbe raggiunto Cassino per approfondire la conoscenza di una ragazzina agganciata sui social. Nulla di strano, dunque. Se non fosse che sabato pomeriggio all'incontro ci sarebbe stato molto più di un terzo incomodo: in base a primissime informazioni trapelate dopo il trasferimento del minore in ospedale, ad accoglierlo sarebbero stati almeno in nove tra maschi e femmine. E quando dalle parole si è passati ai fatti nessuno sarebbe intervenuto in difesa dello straniero venuto in terra cassinate a conquistare la donzella.

Forse, dopo un pugno ben assestato al volto, i presenti
potrebbero aver avuto solo il tempo di fuggire per paura di essere coinvolti. Forse non immaginavano una reazione simile. Non pare che si sia trattata di
una rissa, nessun altro (oltre all'innamorato violento) sembrerebbe essere stato coinvolto. Il giovane ferito è stato medicato in ospedale: una ferita importante sul naso, un taglio sul sopracciglio e una contusione al ginocchio. Ma, dopo essere stato medicato, ha abbandonato il Santa Scolastica e non ha voluto
presentare denuncia. Del gruppo cassinate neppure l'ombra. La vicenda, dai contorni affatto definiti, è ancora da chiarire.