Inizia oggi una settimana di cassa integrazione per gli operai dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano. Le linee di Giulia e Stelvio ripartiranno solo lunedì prossimo, 26 ottobre. Solo due giorni di stop invece su Giulietta: mercoledì gli addetti alla compatta di segmento C saranno nuovamente sulle linee per smaltire - entro la fine dell'anno - le ultime unità. Poi Giulietta uscirà di produzione e tornerà, forse, in una nuova versione quando sarà perfezionata la fusione con Peugeot, ma al momento si tratta solo di indiscrezioni. Una versione, secondo i beninformati, targata Stellantis.

Intanto sabato sono arrivati i dati relativi alle immatricolazioni di auto in Europa relativamente al mese di settembre. Secondo gli ultimi dati dell'Associazione europea dei produttori di auto (Acea), le immatricolazioni nella Ue (Eu 28) sono salite del 3,1% su base annua, attestandosi a 933.987 unità, con un bilancio da inizio anno che segna un -28,8%.
Includendo in queste stime anche l'Efta (Associazione di libero scambio che comprende Svizzera, Islanda e Norvegia) ed il Regno Unito, le vendite segnano un aumento dell'1,1% e nei nove mesi un calo del 29,3%.
In tale contesto Fca registra a settembre un aumento delle vendite dell'11,8% nel complesso dell'Unione Europea più Efta e Uk, con una quota di mercato che risale al 6%.

Stessa dinamica se si considera l'Europa Occidentale (Area Euro più Efta e Uk) che segna un +11,7% con una quota in recupero al 5,9%. Resta il segno negativo sul consuntivo annuo: dal 1° gennaio al 30 settembre 2020 le immatricolazioni del gruppo sono 490.200, in calo del 33,9% sull'analogo periodo del 2019.
Sostanzialmente stabile Alfa Romeo, con oltre 4.100 immatricolazioni e quota allo 0,3%. Oltre alla crescita ottenuta in Italia, dove Fiat Chrysler Automobiles incrementa i volumi del 17,5% in un mercato che cresce del 9,5% (Jeep +24,3%, Fiat +19,1% e Lancia +12,5%) altrettanto positivi sono i risultati ottenuti sia in Germania che in Spagna.

In Germania (dove il mercato cresce dell'8,4%) Fca addirittura migliora le vendite del 23,5% (Alfa Romeo +56,9%, Fiat +26,7%, Jeep +11%), mentre in Spagna (-13,4% io mercato) il risultato Fca è in controtendenza: +5,7%, e crescono anche Fiat (+9,1%) e Jeep (+5,3%).
Sono numerosi i modelli Fca che ottengono positivi risultati in settembre.

Il segmento A è quello che ha perso maggiormente a causa della pandemia. Bene nel segmento B la Lancia Ypsilon, che aumenta i volumi di vendita rispetto all'anno scorso del 12,8%, e nel segmento D della Alfa Romeo Giulia, che registra una crescita delle vendite pari al 10,9%. In crescita anche le Jeep Renegade (+24,3%), Wrangler (+25,6%) e Compass (+38,4%) e l'Alfa Romeo Stelvio (+4,9%) che resta il fiore all'occhiello della fabbrica di Cassino.