Nella giornata di giovedì, i militari della Stazione carabinieri di Pontinia unitamente ai colleghi delle stazioni di Sezze, Borgo Sabotino e Latina, a seguito di una richiesta di intervento, intervenivano presso un ristorante di Pontinia. Una volta giunti sul posto, i militari scoprivano che era in atto una festa privata per la celebrazione di un matrimonio con un numero di partecipanti superiore al consentito. Infatti all'evento venivano censite  82 persone oltre al gestore. tutti i partecipanti sono stati sanzionati per la violazione dell'art.1 comma 6 lettera n del dpcm del 13.10.2020 in materia di contenimento della diffusione del virus covid-19.

Sul caso è intervenuto anche l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato: "E' grave e da irresponsabili quanto accaduto a Pontinia nonostante l'ordinanza restrittiva. Non si possono più fare feste e assembramenti di questa portata che mettono in discussione la salute dei partecipanti e del resto della comunità. Questo è il tempo della responsabilità altrimenti non possiamo farcela contro il virus. Ringrazio i carabinieri dell'impegno che stanno profondendo nell'attività di controllo".