Studente positivo al test rapido: compagni di classe e corpo docente posti in quarantena. Ma le famiglie dei ragazzi non accettano la disposizione. Mercoledì mattina un alunno della classe seconda B della scuola media "Isola del Liri" (l'ex "Dante Alighieri") è risultato positivo al test rapido per il Covid-19. Una volta ricevuta la risposta, la madre del ragazzo ha contattato la scuola che, a sua volta, ha allertato l'Asl di Frosinone che ha indicato all'istituto il protocollo da attuare. Così dalla segreteria dell'ex "Alighieri", elenco alla mano, sono state chiamate tutte le venticinque famiglie della classe in questione chiedendo ai familiari di andare a prendere i propri figli e di porli da subito in quarantena.

I genitori si sono recati a scuola intorno alle 11 di mercoledì e hanno portato a casa i loro figli; qualcuno tra i ragazzi ha pianto quando ha capito di dover lasciare la scuola. Sono stati posti in quarantena anche alcuni insegnanti, quelli entrati in contatto con la classe nelle quarantotto ore precedenti. Del caso positivo e della disposizione adottata dall'istituto è stato informato anche il Comune e nello stesso pomeriggio di mercoledì si è provveduto a eseguire la doppia sanificazione dell'intera struttura scolastica.
I genitori dei ragazzi della seconda B, però, hanno dichiarato di aver appreso solo nel pomeriggio del 14 ottobre che il ragazzo fosse risultato positivo al test rapido e non al tampone molecolare effettuato dall'Asl.

I genitori dei venticinque alunni chiedono pertanto alla scuola di far tornare i loro figli in classe già da oggi. Le famiglie degli studenti non hanno condiviso il modo di agire della scuola perché loro non hanno ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte della Asl. Sono risentite anche per il fatto che lo studente non è risultato positivo al test molecolare, ma a quello rapido, ritenuto non affidabile come il primo. Per questo motivo sostengono che l'isolamento dei loro figli non ha ragione d'essere.

La preside, in riferimento a quanto accaduto, ha ribadito che la classe dell'alunno risultato positivo e gli insegnanti della stessa classe devono restare in quarantena, così come indicato dall'Azienda sanitaria locale di Frosinone.