Il ponte non è crollato. La furia del torrente Mollarino ha eroso il terreno a lato della spalla destra del ponte in contrada Serre di Picinisco a confine con Villa Latina, creandosi un altro alveo. Lo sfortunato automobilista, C. S. pensionato di Picinisco, volendo impegnare il ponte si è visto la terra franare sotto le ruote ed è finito in acqua. Per fortuna è uscito dal tettuccio dell'auto e ha raggiunto la riva dando l'allarne.

Ora il Mollarino fa paura anche in altre zone attraversate da ponti: contrada Immoglie, Ponte Americano, ponte su provinciale Villa Latina-Picinisco, Sabina, Mola Capitolo. Un bollettino di guerra: "Stiamo raggiungendo tutti i punti sensibili per monitorare il torrente e renderci conto dei danni" ci dice un preoccupatissimo Luigi Rossi, sindaco di Villa Latina. La ricognizione dei ponti, tuttavia, mette sul banco degli imputati la manutenzione delle sponde del torrente non nuovo a disastri del genere. "In corrispondenza del ponte delle Serre, il Mollarino si è praticamente aperto un'altra strada sulla sponda a monte" commenta Rossi.

Crolla un ponte nella Valle di Comino tra Villa Latina e Picinisco in contrada Serre. I vigili del fuoco sono sul posto. La macchina dei soccorsi è al lavoro, sotto una pioggia battente. Ad arrivare anche l'ambulanza da Sora per soccorrere un ferito. La pioggia sembra non volersi fermare. Lampi e fulmini hanno caratterizzato la notte appena trascorsa. Sono state registrate frane, esondazioni di torrenti, allagamenti di cantine e molte strade sono praticabili solo con grande difficoltà.

In questo momento diverse squadre di protezione civile sono impegnate per trarre un bilancio dei danni causati dall'allerta arancione scattata da stanotte e prevista per tutta la giornata odierna. 

di: Enrica Canale Parola