Lutto cittadino oggi a Sgurgola per l'ultimo saluto a Mario Graziani, 10 anni, travolto venerdì da un trattore che si è sfrenato mentre stava facendo i compiti in un capanno a casa di un amico insieme ad altri due compagni in via Calanzio. I funerali alle 15 nella chiesa di Santa Maria Assunta.

Il sindaco Antonio Corsi ha proclamato il lutto cittadino in segno di cordoglio. Il primo cittadino ha invitato anche tutta la popolazione, le istituzioni pubbliche, le associazioni, le attività commerciali e produttive della comunità a manifestare il proprio dolore con un minuto di raccoglimento alle 12, dopo il suono della sirena. Saranno esposte bandiere a mezz'asta nelle sedi degli uffici pubblici, le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse.

Ordinata, inoltre, la chiusura al pubblico delle attività commerciali e degli uffici presenti sul territorio comunale dalle 11.30 alle 18. Sempre nell'ordinanza si legge che l'accesso alla chiesa di Santa Maria Assunta sarà consentito scrupolosamente ed esclusivamente nel rispetto della normativa vigente in materia, si potrà accedere solo se muniti di mascherina protettiva personale, non si potranno creare assembramenti dentro o fuori la chiesa o nel cimitero comunale.

Per tutto il tempo dello svolgimento della cerimonia dovranno essere rispettate tutte le azioni necessarie per evitare assembramenti e superare il numero dei partecipanti consentito. Il sindaco invita la popolazione, in considerazione dell'emergenza Covid-19 a partecipare al rito funebre non in presenza ma attraverso l'accensione di un lumino da esporre all'esterno della propria abitazione quale segno di vicinanza. La morte del piccolo Mario ha scosso un'intera comunità e non solo. Da chiarire cosa sia accaduto, perché il mezzo agricolo, con il cassone agganciato, si sia sfrenato. Indagato il proprietario del trattore, C.C., di 48 anni.