Mario Belli non è più tra noi: lo piangono la sua famiglia, gli amici e la città intera che ha conosciuto la fortuna e l'onore di averlo come amministratore. Mario, 72 anni, ex poliziotto, ci ha salutato nella mattinata di ieri, dopo una lunga battaglia contro un male che ha combattuto per anni, con grande dignità. Una perdita che ha lasciato tutti attoniti: prima di essere figura istituzionale, stimata per il suo impegno amministrativo, è stata persona trasparente, onesta nell'esprimere il proprio pensiero, leale e coerente nel difendere le sue idee.

L'appartenenza politica al Pd non è stata mai un abito che gli abbia impedito di esternare, quando era il caso, le sue perplessità in forma sempre educata, mai sopra le righe e, al contempo, chiara: tratti del suo carattere che lo hanno reso un uomo apprezzato da tutti. Unanime il cordoglio del mondo politico locale, dal sindaco Morini alla maggioranza fino all'opposizione. Messaggi di vicinanza alla famiglia sono arrivati da tutto il consiglio comunale alatrense. Commosso anche Alioska Baccarini, sindaco di Fiuggi, dove Mario Belli ha lavorato per tanti anni: «Era un uomo delle istituzioni. Lo ricordiamo con grande affetto nella nostra città termale, dove ha ricoperto le mansioni di ispettore e sostituto commissario.

Una vita trascorsa con la divisa della Polizia addosso, senza mai tralasciare l'altra grande passione, la politica: Alatri ha perso un uomo di valore». Anche il presidente del consiglio regionale, Mauro Buschini, ha voluto ricordare «Un grande uomo. Tutti noi lo chiamavamo "zio Mario"», perché per tutti noi era lo zio dal quale correre al minimo problema, buono e saggio". I funerali si svolgeranno oggi, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria del Carmine (Madonnina), a Tecchiena, alle ore 15.30. Alla famiglia le condoglianze della nostra redazione.