Tutti in classe durante l'orario mattutino. Gli alunni di San Rocco e le loro famiglie vedono la fine di un incubo. Finisce oggi il turno pomeridiano che ha caratterizzato queste prime settimane dell'anno scolastico. Lo stabile di San Rocco è chiuso perché strutturalmente inadeguato e sarà interessato da lavori.

«Lo svolgimento dal sette ottobre (oggi ndr) delle attività didattiche della scuola secondaria di I grado si terranno nel plesso "Schito-Vicenne"dalle 8 alle 14".
Questa è la comunicazione che la dirigente scolastica Maddalena Cioci ha firmato ieri che si auspicavano di ricevere i genitori delle classi della scuola secondaria di I grado San Rocco.

«Un sentito grazie alla preside che ha ascoltato le nostre richieste  - ha spiegato una mamma - Eravamo preoccupati e, infatti, lunedì mattina una delegazione dei genitori è stata anche ricevuta in Comune dal sindaco. Siamo soddisfatti che si sia trovata una soluzione per l'orario mattutino». Il lavoro in questi ultimi giorni ha visto impegnati gli operai del Comune che hanno fatto la spola tra il plesso di Schito-Vicenne e la Ruggeri, dove sono state trasferite delle classi della primaria.

La strada percorsa, a detta delle istituzioni che hanno operato in sinergia, è una soluzione tampone per gli studenti della scuola di San Rocco. «Abbiamo lavorato in sinergia con la preside  - ha dichiarato il sindaco Roberto De Donatis - Siamo soddisfatti di aver trovato degli spazi per gli studenti della San Rocco. Continuano contemporaneamente le trattative con il privato per trovare una soluzione che possa ospitare, in un unico stabile, tutte le classi, nell'attesa che vengano eseguiti i lavori nella scuola di San Rocco».