È stato uno dei prodotti più ricercati per questa estate, soprattutto per chi aveva deciso di evitare luoghi affollati e installare una comoda piscina nel giardino di casa. Peccato però che l'acquisto on-line non è andato a buon fine tranne ovviamente l'esborso di denaro. E così nell'oramai lontano 14 luglio una 47enne di Alatri intuito che qualcosa non era andato per il verso giusto, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri della locale Stazione.

I militari agli ordini del comandante Di Iorio non si sono persi d'animo e a distanza di quasi tre mesi hanno individuato il truffatore. Dopo le indagini infatti è stato denunciato un 22enne crotonese per il reato di "truffa". La donna, con l'inizio dell'estate, aveva individuato su un apposito sito internet una piscina ed aveva contattato il numero telefonico riportato nell'inserzione.

Dopo aver preso accordi con l'uomo che le aveva risposto al cellulare, effettuava un bonifico di 1500 euro in favore di un iban bancario estero. Trascorsi però prima giorni e poi settimane, in considerazione del fatto che la piscina non le veniva recapitata, la signora si è rivolta ai carabinieri che hanno individuato il truffatore denunciandolo.