Protestano gli utenti per la ridotta possibilità di fruizione dei servizi postali. I tagli alle aperture dell'ufficio di piazza Tomassini preoccupano gli utenti che, concentrandosi solo nella fascia oraria mattutina, sono costretti ad attese e a file all'esterno della struttura.

Un disagio che quotidianamente i cittadini soffrono e che puntualmente segnalano reputando che le restrizioni alle aperture inevitabilmente determinino la concentrazione degli utenti in un'unica fascia oraria e quindi affollamento.

Quotidianamente a piazza Tomassini si formano due file: gli utenti che devono accedere allo sportello esterno e quelli che devono entrare negli uffici. All'interno possono stare dai cinque ai nove clienti, fra quelli agli sportelli e quelli seduti distanziati, per cui gli altri attendono all'esterno accedendo ogni qualvolta esce una persona. Il problema è ora l'arrivo dell'inverno.