Un'altra notte da incubo a Sant'Antonino. Ai ladri, sorpresi mentre cercavano di entrare in casa e ripulire tutto con i proprietari dentro, non è rimasto altro da fare che dileguarsi. Una notte insonne, con gruppi di cittadini in strada e l'arrivo di tre auto della polizia in cerca dei malfattori. In meno di una settimana, nella stessa zona, si sono contati almeno sei colpi, la maggior parte dei quali andata a buon fine.

L'allarme è scattato l'altra sera in località Sant'Antonino. Una famiglia ha avvertito dei rumori provenire dal retro dell'abitazione. Per tentare di allontanare possibili malintenzionati, hanno acceso tutte le luci, iniziato a parlare a voce alta e a far rumore: i ladri avevano tentato di entrare forzando una persiana. Ma l'arrivo dei proprietari ha mandato tutto in fumo. Immediato l'arrivo sul posto da parte della polizia: troppi i casi - tra tentati e consumati - registrati nella stessa zona, come anche a Cervaro, San Vittore e Sant'Elia. Solo qualche giorno prima, infatti, in altre villette della periferia cassinate hanno portato via soldi e monili in oro, lasciando pc e oggetti ingombranti. Solo in un caso, forse nella fretta, hanno portato via pure un cellulare gettato durante la fuga e rinvenuto dagli inquirenti già in territorio casertano, insieme a piccoli oggetti, resti di una evidente spartizione di pezzi di valore.

Con molta probabilità si tratta, infatti, di bande in trasferta, che colpiscono con rapidità prediligendo materiale facilmente piazzabile sul mercato nero. I residenti sono infuriati e si tengono in contatto attraverso gruppi WhatsApp dedicati con i quali segnalano ogni colpo - tentato o riuscito - e ogni persona sospetta, di pari passo con il coinvolgimento delle forze di polizia. E non è raro che proprio gli stessi scendano in strada cercando di notare un'auto, una targa (anche parziale), un elemento legato alla presenza di bande ben organizzatie, in modo da offrire elementi concreti agli investigatori.
Una tenacia che fa rima con celerità: per poter bloccare i malintenzionati occorre un intervento repentino delle forze di polizia, altrimenti ogni sforzo è vanificato.