Il sindaco Roberto De Donatis, con l'ordinanza numero 21 del 23 settembre scorso, ha concesso l'autorizzazione alla vendita per asporto e consegna a domicilio al di fuori degli orari di apertura e chiusura con esclusione del consumo sul posto. L'ordinanza, in vigore fino al 31 dicembre salvo proroghe, regola anche gli orari di apertura e chiusura delle attività commerciali.
Dalle 6 alle 21.30 possono lavorare le attività di commercio al dettaglio in sede fissa, alimentare e non alimentare, medie e grandi strutture di vendita, centri commerciali, attività artigianali, attività di servizi alla persona.

Le tabaccherie potranno aprire dalle 5 alle 21.30. Le attività di somministrazione di alimenti e bevande, comprese le attività artigianali tipo bar, pub, ristoranti, dal lunedì al giovedì, dalle 5 del mattino fino alle 2 del giorno successivo, il venerdì, il sabato e la domenica e nei giorni prefestivi dalle 5 alle 3. Per quanto riguarda lo svolgimento di esecuzioni musicali, piccoli trattenimenti non danzanti, è stato disposto: dal lunedì al giovedì, la domenica e i giorni festivi fino all'una, con l'obbligo di riduzione significativa del volume a partire da mezzanotte; il venerdì, il sabato e nei giorni prefestivi fino alle 2 con riduzione a partire dall'una.