Nuovi guai giudiziari per l'ex presidente di Acea, Luca Lanzalone, già a processo per la vicenda legata al nuovo stadio della Roma. L'ex uomo di fiducia della sindaca Raggi è ora a rischio processo dopo che la procura ha chiuso l'indagine nei suoi confronti. Per l'ex presidente di Acea, già a processo per la vicenda stadio della Roma a Tor di Valle, contestata la corruzione come anche al professor Lacchini docente dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

La ricostruzione
Stando a quanto accertato dai pm capitolini Gennaro Varone, Fabrizio Tucci e Daniela Affinito, Lanzalone si sarebbe impegnato perché il professore dell'Unicas Marco Lacchini (anche per lui è contestato il reato di corruzione), tra il 2017 ed il 2018, venisse nominato consulente in Acea ottenendo in cambio una nomina come professore a contratto presso l'ateneo cassinate.
Un'operazione, poi, non andata a termine perché Lanzalone venne poi arrestato (con gli arresti domiciliari) nel giugno del 2018 nell'ambito dell'inchiesta sugli illeciti legati alla costruzione del nuovo stadio della Roma.

Lacchini, docente ordinario dell'Unicas, afferente al dipartimento di Economia e Giurisprudenza. Originario di Lecce, classe '65, è professore ordinario di Economia Aziendale presso l'Università degli Studi di Cassino dove è stato anche Pro – Rettore Delegato. Tra gli altri incarichi passati e attuali è docente ordinario dell'Accademia Italiana di Economia Aziendale; socio ordinario della Società Italiana dei Docenti di Ragioneria ed Economia Aziendale (Sidrea).

Le reazioni
Il rettore Giovanni Betta riguardo al professor Lacchini parla di uno stimato collega che da oltre un ventennio insegna nell'ateneo cassinate. «Non ero a conoscenza di questa vicenda e non sapevo fosse in discussione - spiega -. Al momento, comunque, il docente non riveste incarichi di governance in ateneo».